Da 60 kg di eroina a 480: paracetamolo e caffeina, moltiplicatori della droga

INSOSPETTABILI SOSTANZE DA TAGLIO

sostanze da taglioCento tra paracetamolo e caffeina: solo i kg di ‘sostanze da taglio’ sequestrati dai carabinieri del comando provinciale di Parma nell’ottobre dello scorso anno. Una dose che avrebbe fatto passare il mal di testa a centinaia di persone. Il 26 ottobre di quest’anno è avvenuto l’arresto dell’intera banda italo-albanese che attraverso il ‘taglio’ nel loro laboratorio di Parma era riuscita a trasformare 60 kg di eroina pura in 480 kg di ‘eroina da strada’, per un valore finale di 20 milioni di euro.

 

MA COSA SONO LE ‘SOSTANZE DA TAGLIO’?- Si tratta di sostanze che gli spacciatori uniscono allo ‘stupefacente puro’ soprattutto per motivi economici. E’ il principio dell’acqua nel vino: aumentare il volume di qualcosa di molto costoso con sostanze a basso costo, per poter ottenere un guadagno quanto più elevato; è quindi solo una miscela senza nessuna reazione chimica. Inoltre c’è anche una questione pratica, il principio attivo dell’eroina per esempio sarebbe in misura così minima che sarebbe difficile misurarlo e maneggiarlo per il consumatore.
Le sostanze da taglio vengono classificate in diluenti e adulteranti. Le prime sono prodottti come zucchero, lattosio, acido citrico, bicarbonato, acido borico, mannitolo, farina e amido di mais che vengono aggiunti allo stupefacente col solo scopo di aumentare la quantità della polvere. Le seconde sono, invece, sostanze psicoattive che imitano l’effetto della droga e ne mascherano un’eventuale marcata diluizione.

 

GLI ADULTERANTI – Le segnalazioni, giunte al Sistema nazionale di allerta precoce per sostanze stupefacenti del 2012, evidenziano che le sostanze da taglio adulteranti più frequenti dell’eroina sono paracetamolo, caffeina e metorfano. Tetramisolo/levamisolo, dipirone, amminopirina e benzocaina sono invece quelle riscontrate nella cocaina. Tuttavia droghe e sostanze da taglio variano nel tempo in base al prezzo e ai fornitori, ad esempio dagli anni ’90, con l’entrata nel mercato dei fornitori colombiani, si è riscontrata una maggior presenza di cocaina ed eroina più pura che quindi necessita di maggior diluizione o adulterazione.

Il paracetamolo è un antipiretico ed analgesico usato in molti farmaci da banco come la Tachipirina e l’Efferalgan e facilmente reperibile anche su internet. Questo principio attivo viene usato già da molti anni perché oltre alla sua economicità non ha effetti tossici, “però se si assume una dose 10/12 volte superiore a quella consigliata, cioè superiore ai 4 grammi al giorno può portare a epatite fulminante”, come spiega la professoressa Elisabetta Barocelli del Dipartimento di Farmacologia dell’Università di Parma.

La caffeina “dal punto di vista chimico è una polvere bianca, molto simile all’eroina, che si può sintetizzare in laboratorio – continua la professoressa Barocelli -. Questa serve ad aumentare l’effetto della droga diminuendo la dispersione del principio attivo dell’eroina quando viene bruciata e inalata”. Anche questa sostanza non ha particolari effetti collaterali se non ad altissime quantità: in questo caso può portare a insonnia, stati d’ansia, tachicardia e iperglicemia.

Il metorfano è un oppioide e attraverso la divisione dei suoi isomeri si ottengono due sostanze diverse: il destrometorfano, un antitussivo contro i sintomi della tosse con effetti collaterali lievi ma che può portare alla dipendenza (da segnalare che è stato però correlato ad alcuni casi di decesso); il levometorfano classificato invece come stupefacente allucinogeno sotto controllo di legge in Italia e molti altri paesi.

Il tetramisolo e il levamisolo sono due antielmintici cioè usati per i trattamento contro verminosi intestinali. In particolare il levamisolo può portare a gravi casi di agranulocitosi (grave diminuzione dei granulociti nel sangue e quindi rischio di infezioni) ed è tossico sul sistema nervoso centrale.

Il dipirone (conosciuto anche come metamizolo) e la amminopirina sono degli analgesici, antipiretici ed antinfiammatori privi di gravi effetti collaterali.

La benzocaina è l’anestetico locale più utilizzato per il taglio della cocaina, presente ad esempio nella pomata contro le ustioni Foille. Altri anestetici usati sono la procaina e la lidocaina: queste sostanze aumentano l’effetto desensibilizzante su lingua e gengive tipico della cocaina e quindi ingannano il ‘consumatore’.

 

SOSTANZE TOSSICHE O NO? FALSI MITI DELLE DROGHE DA STRADA- “Non si tratta di minimizzare il problema – come conclude il professor Coomber dell’Università di Greenwich nel suo studio sulle adulterazioni delle droghe illecite nel mercato europeo – ma di considerare che quasi sempre il taglio viene fatto con sostanze non tossiche che hanno lo scopo di accentuare l’effetto della droga pura e che sono facilmente reperibili nelle farmacie”. Le sostanze da taglio quindi sono generalmente innocue ma possono capitare ‘incidenti’ quando a tagliarle è il piccolo spacciatore (per ignoranza o malafede), mentre il grande e il medio distributore non hanno nessun interesse a produrre una droga che elimini fisicamente il cliente.
Le varie voci su sostanze da taglio nocive come talco, calce, polvere di vetro, veleno per topi, ecc. potrebbero derivare dall’atteggiamento punitivo nei confronti delle tossicodipendenze da parte dei mass media e a livello sociale. Infatti nella ricerca condotta a Roma dal dottor Chiarotti e colleghi intitolata ‘Le cosiddette sostanze da taglio presenti nell’eroina da strada nel mercato clandestino di Roma’  viene riportato che la sostanza maggiormente frequente è la caffeina e che comunque nessuna delle sostanze aggiunte in genere ha azione potenzialmente tossica. Quello che rende pericolosa l’eroina e la cocaina da strada non sono le sostanze adulteranti o diluenti bensì la variabilità della percentuale di droga pura presente nella dose venduta dallo spacciatore: per l’eroina, per esempio, la percentuale di purezza può variare dal 50% e oltre sino alla minima traccia dell’1%; in media si aggira sul 10% di purezza. In pratica si possono avere gravi danni o morte dall’assunzione di queste non perché la sostanza stupefacente è stata tagliata ‘male’ ma perché è stata tagliata ‘poco’.

 

di Arianna Belloli, Mariasilvia Como, Giovanna Triolo, Giulia Vassallo

8 Commenti su Da 60 kg di eroina a 480: paracetamolo e caffeina, moltiplicatori della droga

  1. Baggianate? Sì! Perché? Perché l’eroina che c’è in giro (diciamo quella da strada) negli ultimi 15 anni non è più eroina ma solo taglio… magari fosse al 10% ! Non è neanche al 2% di media… gli spacciatori di oggi sono capre perché non capiscono che dovrebbero lasciare l’eroina pura e vendere le bustine con dentro una quantità adeguata (ad esempio mettere 100mg in una bustina da 20 euro e guadagnerebbero 200 euro con un grammo) e quindi avvertire i clienti della purezza della droga.. tutti contenti ed il mercato ne gioverebbe.. io e molti amici di vecchia data abbiamo smesso tempo fa (inizi anni 2000) perché appunto non si trovava più roba decente in giro se non comprare dai medio-grandi distributori quantità dell’ordine di etti per avere qualcosa sul 10% di purezza… era un periodo di disperazione e maroni pieni! questo è  uno dei motivi per cui i tossici di oggi si fanno cocktail di eroina e psicofarmaci tipo benzodiazepine come darkene rivotril roipnol Tavor etc etc.. appunto perché la roba non è più roba! A questo punto è preferibile il metadone e questo è uno dei motivi per cui i Sert si sono riempiti negli ultimi 20 anni.. e non è vero che usano tagli innocui ma usano cose che nemmeno vi immaginate!
    Saluti! xD

  2. @ Nando:
    Sono Completamente daccordo con te, io ho smesso sia per il tuo stesso motiv, cioé spendere 20 euro per un grammo il quale lo consumi tutto in una botta unica per poi aver l’effetto quasi zero, praticamente adesso la gente si “fa” solo percche ne sente il bisogno altrimenti sta male, nonostante sia della merda in giro comunque il fattore dipendenza é presente eccome.
    il discorso del lasciare l’eroina pura forse é esagerato perche veramente é troppo poco gestibile, specialmente per chi non ne ha idea di che cosa é. con un grammo al 100% basta per 20 persone e resta comunque molto forte.
    praticamente sarebbe difficile vendere una dose, a malapena si vedrebbe.
    io come ti ho giá detto ho smesso giá da diverso tempo, primo per la merda che c’é in giro e secondo perche il mio l’ho avuto ed é arrivato il momento di dire basta. adesso penso al lavoro, sono ingegnere meccanico e ai miei due figli. sinceramente con quello che gira adesso non ne vale la pena, piuttosto mi compro 2 pasticche da 20 milligrammi di metadone, mi fanno molto piu efetto di 2 grammi di roba da strada di adesso.

  3. Vero! uno schifo! io avevo smesso nei primi anni del 2000, ho ricominciato (ahimè) 2 anni fa, in 2 anni ho tutte le vene cementate, l’altra volta in 5 anni ne ho rovinate così tante e in modo così irreversibile. Adesso costa 20 euro, all’epoca minimo 50 euro, stanno avvelenando una generazione con sta porcheria dopo aver lanciato la “moda” della stagnola per i ragazzini che iniziano ora!

  4. Io ho 33 anni sembro una persona tranquilla ma uso coca in vena da anni e non riesco a a smettere ed è un incubo, posso pensarci per giorni se provo ad astenermi

  5. anche io ho smesso negli anni 90,questa roba che giara adesso è solo immondizia,e non ha senso farsi per fare arricchire questi balordi,la roba che girava negli anni 80 era di classe e sicuramente faceva meno male del medatone che infogna di brutto,magari tornerebbe quel tipo di roba.

  6. Al di la di tutto l astinenza da eroina e terribile ti rende l uomo piu poveraccio del mondo…potresti avere un portafoglio pieno di 500 euro ,una bella donna un viaggio pagato per i caraibi, ma se hai la scimmia ti senti una merda…l eroina e andata in mano a troppi figli di puttana …ecco perche’ non esiste piu, l oppio puro esiste ma deve servire per chi soffre…le guerre in afganistan sono servite a fare miliardi di steine ,chiedetelo ai reali e ai signori del papavero tipo farage …

  7. Che commenti “nostalgici” , la robba è una merda in ogni caso.

  8. io vorrei sapere, se sulla stagnola scivola, diventa marrone, ma non ti copre non ti sballa, che cazzo di sostanza è?

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*