Pino Daniele: cuore napoletano che ha conquistato l’Italia

IL RICORDO DEL CANTAUTORE PARTENOPEO A TRE ANNI DALLA SUA MORTE

PINO DANIELE CON LA CHITARRAC’è un artista che è entrato nel cuore di tutti i napoletani e non solo, che ha raccontato la città di Napoli ma nello stesso momento si è fatto apprezzare in tutta Italia e nel mondo contribuendo a portare la musica italiana ad alti livelli. Pino Daniele è stato sicuramente uno degli artisti più importanti del panorama musicale italiano e sempre continuerà ad esserlo perché la sua musica rimane indelebile nei nostri cuori e nelle nostre orecchie.

Oggi lo vogliamo ricordare a distanza di 3 anni dalla sua morte, avvenuta il 4 gennaio 2015, con uno speciale sulla sua vita, sui suoi successi più importanti e sulla sua morte che forse con un po’ più di attenzione si poteva evitare.

Pino Daniele, all’anagrafe Giuseppe Daniele, nasce il 19 marzo 1955 proprio il giorno di San Giuseppe, innamorandosi subito della musica: infatti già a 14 anni prende la sua prima chitarra.

Negli anni ’70 Pino entra in un piccolo gruppo chiamato “New jet” ed inizia così ad essere apprezzato dal pubblico in quanto partecipa a vari eventi musicali di piazza ma è nel 1977 che comincia ad avere molti più consensi dopo che una casa discografica decide di pubblicare l’album “Terra mia” all’interno del quale ci sono brani famosi come “Na tazzulella è cafè” e “Napule è” ,una canzone che testimonia il legame tra Pino e la sua città natale che è stata cantata da migliaia di persone nella serata commemorativa organizzata dal Napoli Calcio prima della partita contro la Juventus nel campionato 2014/15.

Il cantante partenopeo è il portavoce del “sound napoletano” che coniuga nella sua musica il blues e il rock con il napoletano,  ma il successo anche fuori dalla città di Napoli inizia dal 1979 con l’album “Pino Daniele” all’interno del quale c’è la canzone “Je so pazzo” che lo fa conoscere ad un pubblico più vasto tanto che Renzo Arbore lo invita al programma radiofonico “Alto gradimento” e alla trasmissione televisiva “L’altra domenica”.

PINO DANIELE E MASSIMO TROISIAll’inizio degli anni ’80 ricordiamo i successi di “yes I know, my way” e “Quanno chiove” tratti dall’album “Vai mò” e particolarmente importante è stata l’amicizia che ha legato il cantante partenopeo all’attore Massimo Troisi per il quale ha composto la colonna sonora del film “Ricomincio da tre” (1981), ha composto le musiche per il film “Le vie del signore sono infinite” (1989) e la colonna sonora del film “Pensavo fosse amore e invece era un calesse” (1991) dal titolo “Quando”.

Nel 1995 pubblica l’album “Non calpestare i fiori nel deserto” , nel quale c’è il singolo “Io per lei”, che ha venduto ben 800.000 copie e  proprio nel 1995 Pino Daniele venne nella nostra città di Parma per un concerto al Palasport con il pubblico in visibilio.

Per sigillare il suo legame con Napoli, non poteva ovviamente mancare una canzone dedicata all’idolo calcistico di tutti i napoletani, ovvero Diego Armando Maradona, dal titolo “Tango della buona suerte”.

Il 4 gennaio di 3 anni fa, Pino ci ha lasciato colpito da un infarto mentre stava nella sua casa in Maremma, una morte che forse si poteva evitare visto che invece di andare all’ospedale più vicino, Pino prese la folle decisione di farsi ricoverare all’ospedale Sant’Eugenio di Roma perché i medici avevano già la sua cartella clinica; fu una decisione che si rivelò fatale ma, probabilmente anche la posizione in cui era Pino Daniele durante il tragitto per Roma di certo non era delle migliori in quanto era seduto, ma in queste situazioni è meglio una posizione sdraiata per il paziente. Infatti la procura di Roma aprì anche un fascicolo per omicidio colposo e omissione di soccorso ma il caso venne archiviato.

La musica di Pino però rimarrà per sempre ed infatti è stato ricordato a Napoli con un flash mob e a Taranto con un concerto degi “AlmaNegra” al teatro “Padre Turoldo”  cui ricavato è andato in beneficenza ad un’associazione che si occupa dell’integrazione di persone diversamente abili, ma il grande evento sarà il 7 giugno quando i grandi artisti della musica italiana lo ricorderanno con un mega concerto evento dal titolo “Pino è” allo stadio San Paolo di Napoli.

Pino Daniele vive nel cuore di chi ama la musica italiana!

di Carmine Albanese

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*